Herpes labiale e intolleranze alimentari: una relazione nascosta

Abbiamo già parlato di quanto sia fastidioso soffrire di una patologia recidivante come l’herpes labiale: questa estate vi consigliavo di proteggere bene le vostre labbra dal sole, che ne sollecita la ricomparsa… ma l’herpes colpisce durante tutto l’anno, quando meno lo si aspetta! Perché così spesso? Come possiamo risolvere il problema? Come sempre bisogna indagarne le cause…

Una volta contratto, il virus dell’herpes rimane nell’organismo per sempre in forma latente; il suo “risveglio” è fortemente influenzato dallo stato di equilibrio o disequilibrio del sistema immunitario, a sua volta condizionato anche dalla presenza di intolleranze non diagnosticate e non adeguatamente trattate.

Ciò che lega le intolleranze alimentari e il virus dell’herpes è infatti la risposta immunitaria, che risulta essere alterata dalla scarsità della flora batterica; la mancanza di un’adeguata protezione microbica della mucosa intestinale e la conseguente proliferazione dei patogeni innesca infatti il progressivo logorio di questa barriera filtrante selettiva. Si consente così l’ingresso nell’organismo di macromolecole indigerite e di tossine (meccanismo alla base dell’intolleranza), che stimolano a loro volta l’apparato immunitario, mandandolo in tilt e indebolendo le difese nei confronti dei virus erpetici.

In questa situazione per prevenire la ricomparsa dell’herpes labiale, oltre a eliminare l’alimento incriminato, è necessario trattare l’intolleranza associando principi naturali specifici che garantiscano il ripristino di una flora batterica integra e vitale, capace di favorire il drenaggio delle tossine e la funzionalità di pancreas, fegato e reni e contrastare efficacemente le recidive.

Qualche consiglio alimentare: oltre agli alimenti a cui si è intolleranti o allergici, sono da eliminare gli alimenti contenenti arginina, come frutta secca, cioccolato, alcolici, frumento, mais, e anche i cavolini Bruxelles! Inoltre bisogna evitare gli zuccheri semplici, latte e latticini, grassi saturi, spezie, gelatine, bevande gassate e cibi confezionati, conservati e raffinati.

Sono invece da preferire gli alimenti contenenti l’aminoacido lisina, antagonista dell’arginina, come pesce, frutti di mare, carni biologiche di manzo, vitello, maiale e pollo, uova, soia, ortaggi e frutta di stagione, cereali e pasta integrali. Infine non dimenticate mai di bere almeno 2 litri di acqua al giorno, meglio se lontano dai pasti e a temperatura ambiente.

Se per prevenire è un po’ tardi e avete già le fastidiose bolle sulle labbra non disperate: potete ricorrere a efficaci rimedi naturali e omeopatici come il Rhus Toxicodendron, e, contemporaneamente, all’uso topico di uno stick labiale a base di estratti di Prunella vulgaris, Melissa e Tè verde comodo ed efficace!

Herpes e sole: meglio non farli incontrare!

Chi ne soffre lo sa bene: un’esposizione al sole può risvegliare il virus dormiente dell’herpes!

Il virus Herpes simplex provoca una fastidiosa infezione ricorrente, caratterizzata dalla comparsa di uno o più gruppi di vescichette piene di un liquido trasparente. In questa fase è contagioso: attenzione perciò a non sfregarsi con le dita le lesioni e magari di seguito gli occhi, e a non usare asciugamani in modo promiscuo. Quando invece comincia a formarsi la crosticina vuol dire che ormai l’herpes è in via di guarigione.
Una volta risolta l’infezione primaria da Herpes simplex il virus resta latente, finché, in determinate situazioni di difficoltà dell’organismo, può “svegliarsi” ed avere di nuovo il sopravvento sulle nostre difese immunitarie, manifestandosi generalmente sempre nello stesso punto o nelle vicinanze. È in agguato in periodi di stress, contatto con persone infette, stanchezza, malattie infettive, allergie alimentari, impiego di farmaci, ciclo mestruale, scottature da sole…

La causa più frequente dell’herpes labiale è proprio l’esposizione alle radiazioni solari senza adeguata protezione: le labbra infatti non sono protette dallo strato corneo come le altre parti del corpo; le radiazioni ultraviolette esercitano più intensamente e rapidamente i loro effetti negativi e il virus approfitta del tessuto inerme per fare la sua comparsa. Anche per questo le labbra vanno sempre ben protette dal sole, che ne provoca la disidratazione, il foto invecchiamento e la comparsa di rughe profonde.
L’herpes guarisce da solo, ma si può accelerare il processo con determinati accorgimenti e, soprattutto, prevenirne la comparsa.
Un valido aiuto ci viene dall’alimentazione: per prevenire le infezioni ricorrenti da Herpes simplex è buona norma prediligere il consumo di frutta, verdura e alimenti proteici ricchi in lisina e dotati di una spiccata attività antivirale (ad esempio salmone, gamberetti, tonno, pollo, legumi, vitello, maiale, uova e soia), cereali e pasta integrali; bisogna ridurre invece l’uso carboidrati raffinati e di cibi proteici contenenti arginina (come arachidi, cioccolato, mandorle, nocciole, noci, sesamo, vino rosso, avena, frumento, mais, cocco), gli zuccheri semplici, latte e latticini, bevande gassate e cibi confezionati.

Pomate con estratti di Calendula, Propoli o Mimosa possono alleviarne i sintomi.
Può essere utile inoltre assumere nelle stagioni più a rischio (estate e inverno) integratori a base di Echinacea e Vitamina C, in grado di stimolare le difese immunitarie. Anche il gel di Aloe, se applicato 24 ore prima dell’esposizione solare, migliora la risposta immunitaria ai danni ossidativi.
Il modo migliore di affrontare il problema e’ quindi quello di prevenirlo: fin dai primi soli della primavera proteggete le labbra con uno stick ad elevato fattore di protezione da riapplicare più volte al giorno… vedrete, finalmente l’herpes vi darà un po’ di tregua!