Operazione pelle nuova con maschere e gommage!

In questo periodo dell’anno ci sentiamo stanchi e affaticati e anche la nostra pelle può essere particolarmente spenta e stressata.

Per ritrovare un aspetto sano e un incarnato luminoso, abbiamo già parlato di quanto sia importante agire dall’interno, ripulendo l’organismo dalle scorie e tossine con cure fitoterapiche detossificanti. Ma di certo questo non basta: c’è un vero e proprio trattamento di bellezza, facile e veloce, che in poco tempo è in grado di ridonare a viso e corpo la naturale luminosità e un aspetto più giovane, nonché preparare la pelle all’arrivo del sole

Adatti sia alle donne che agli l’uomini, trattamenti come maschere purificanti, scrub, gommage e peeling nascono con il preciso obiettivo di levigare e restituire luce alla pelle opaca e affaticata dallo stress. Si tratta di tecniche di esfoliazione e pulizia profonda utilizzate da secoli per eliminare gli strati più superficiali dell’epidermide, composti in gran parte da cellule morte e impurità che la rendono spenta e soggetta a imperfezioni più o meno evidenti.

La nostra pelle si rinnova infatti continuamente: dallo strato profondo nascono le cellule vitali e fresche che, però, arrivando in superficie perdono acqua e muoiono, formando una patina che in alcuni punti critici (come gomiti e talloni) può anche indurirsi; questa va periodicamente rimossa proprio con uno scrub o peeling viso e corpo, per stimolare il rinnovamento cellulare, la produzione di collagene ed elastina e ritrovare luminosità.

peeling agli acidi della frutta con fibre di bamboo e rosa mosqueta

Per dare uno stimolo al ricambio cellulare, pulire in profondità una pelle impura e ringiovanire visibilmente, il nostro trattamento esfoliante più o meno delicato (da scegliere secondo il tipo di pelle) andrebbe fatto almeno una volta la settimana, in particolare in primavera per preparare il corpo all’abbronzatura: depurando la pelle dalle cellule morte, infatti, la “tintarella” avrà una maggiore tenuta!

Negli anni sono state messe a punto diverse tipologie di esfolianti, dalle maschere purificanti ai peeling chimici, dai gommage dolci adatti anche a pelli delicate agli scrub meccanici per viso e corpo, da massaggiare sotto la doccia per levigare la pelle e liberare i principi attivi nutrienti e addolcenti contenuti nello scrub.

Naturalmente questo non ci esime da una corretta detersione quotidiana: soprattutto per la pelle del viso, è fondamentale avere il prodotto più adatto alle proprie esigenze e alle proprie abitudini. La sera, in particolare, anche prima di eseguire il peeling, il make up va rimosso accuratamente poiché occlude facilmente i pori, favorisce la produzione di sebo e attira impurità anche dall’ambiente esterno. Una volta pulito il viso con il nostro prodotto, a risciacquo o meno, potremo eseguire maschere e gommage che completeranno il lavoro.

Liberando l’epidermide dalle cellule morte, non solo avremo immediatamente un incarnato più luminoso e una superficie più “liscia”, ma garantiremo ai prodotti applicati successivamente un maggiore successo: con la pelle pulita questi penetrano più in profondità e i benefici saranno più evidenti e duraturi!

A cosa serve un siero cosmetico?

Giovani o mature, normali o sensibili, grasse o secche, pallide o abbronzate: tutte le pelli, specie in questo periodo dell’anno, possono aver bisogno di un trattamento concentrato che ne rinnovi la bellezza.

Stiamo parlando dei sieri… ma quante di noi conoscono le potenzialità e l’utilità di queste innovazioni cosmetiche? Cerchiamo di saperne di più.

immagine da viveremeglio.it

I sieri hanno la caratteristica di essere superconcentrati e rapidissimi nei risultati. Il segreto? La semplicità formulativa: i sieri condensano gli attivi delle creme in alte concentrazioni e si assorbono più facilmente, trasportandoli in profondità in maniera immediata.

La formulazione leggera del siero consente infatti di veicolare attraverso gli strati cutanei una elevata quantità dei suddetti principi attivi: proprio per questo ne bastano poche gocce e un flaconcino di siero ha una resa considerevole. Avendo una funzione specifica, si aggiunge ai trattamenti di routine come la nostra crema quotidiana, ma non li sostituisce. Applicato come primo trattamento, stimola l’epidermide e la rende più ricettiva agli ingredienti della crema, svolgendo anche una funzione di “ancoraggio” di quest’ultima alla pelle. È il prodotto ideale per un’azione mirata e dai risultati visibili in tempi rapidi.

Il siero è quindi un alleato prezioso soprattutto per contrastare i segni del tempo, ma non è l’unico utilizzo che se ne può fare. Con i sieri di ultima generazione si possono ottenere svariate performance: stimolano il rinnovamento cellulare per assicurare una luminosità al top, garantiscono tonicità e compattezza, riducono i segni della fatica dal volto e contrastano le irregolarità del colorito cutaneo. Infine, alcuni soddisfano un’esigenza fondamentale della pelle: l’idratazione.

Per avere dei risultati efficaci bisogna naturalmente scegliere il prodotto giusto, che va applicato con costanza, mattina e sera, dopo aver lavato il viso e prima della crema. Bastano poche gocce da far assorbire evitando ovviamente il contorno occhi, che necessita di un trattamento specifico. Subito dopo si applica la crema giorno o notte.

Ma quale scegliere? Un siero dal potere idratante intensivo ripartisce l’acqua in tutte le zone del viso, levigando le piccole rughe di disidratazione e preservando la freschezza della pelle per tutto il giorno. Un siero rivitalizzante è ideale quando la pelle appare stanca e stressata a causa di poco sonno, stress, fumo e inquinamento, sovraesposizione ai raggi UV o alimentazione non equilibrata. Il siero liftante antirughe sarà un toccasana per una pelle segnata da rughe e grinze, mentre un siero rimpolpante, ci aiuterà a “riempire” la pelle cedevole dei lipidi che possono diminuire dopo la menopausa. Un siero illuminante sarà utile per uniformare il colorito riducendo le macchie brune. La pelle molto matura e secca, avrà infine bisogno di un siero oleoso, che le ridoni nutrimento e un aspetto levigato e più sano.

Sarà importante utilizzare il siero anche la sera, quando è maggiore la ricettività della pelle che, nella fase notturna,  aziona i suoi processi di rinnovamento  cellulare. Il trucco in più: per prepararlo a ricevere tutti i benefici del siero, in fase di pulizia regalate al vostro viso una maschera e un massaggio defaticante nelle zone del contorno occhi, arco sopraciliare e mento, per poi stendere il prodotto.

Non sapete quale scegliere? Chiedete consiglio al reparto dermocosmetico!