Amiamo i nostri capelli!

Sia in autunno che in primavera, molti di noi si accorgono di perdere un numero insolito di capelli e chi è affetto da diradamento della chioma nota in genere un peggioramento…

capelli

La caduta è un normale processo fisiologico di ricambio della capigliatura che normalmente non ci dovrebbe preoccupare.

Quando però il rapporto fra capelli in fase di crescita e quelli prossimi a staccarsi si sbilancia in favore di questi ultimi, significa che siamo in presenza di una caduta anomala, che può essere legata a fattori contingenti (emotivi, alimentari, ambientali, stagionali ecc.), o avere un’origine più importante e duratura.

In generale, quando siamo di fronte a una perdita abbondante o a un peggioramento della qualità del capello (assottigliamento, miniaturizzazione, secchezza, spesso legati alla menopausa), è raccomandabile correre ai ripari con dei cicli di cure cosmetiche ad hoc, da effettuare proprio durante i cambi di stagione. Esclusi i casi di esclusiva competenza medica, possiamo infatti migliorare l’habitat del cuoio capelluto con trattamenti tricologici specifici, che contrastino i fattori negativi come eccessiva produzione di sebo, forfora  o cute secca, e forniscano ai capelli principi attivi e i nutrienti in grado di migliorarne densità, forza e aspetto.

Sia che si tratti di un fenomeno transitorio, sia che si riscontri una problema cronico, è tuttavia fondamentale intervenire tempestivamente, arrestando una caduta eccessiva (effluvium) e stimolando la produzione di capelli sani, fintanto che i follicoli sono ancora recuperabili, poiché cure e trattamenti mirati funzionano con i capelli sottili e “malati”, persino miniaturizzati, ma non possono far ricrescere i capelli quando i bulbi piliferi sono ormai atrofizzati.

In commercio oggi esistono moltissimi preparati cosmetici e integratori in grado di produrre un miglioramento sia nell’immediato sia nel lungo termine. È il caso, ad esempio, di alcune fiale anticaduta e/o ricrescita, che agiscono per via topica stimolando immediatamente gli strati superficiali della cute, e dei diversi integratori alimentari specifici, a base di vitamine, minerali e amminoacidi, che apportano dall’interno i nutrienti fondamentali e sopperiscono ad alcune carenze alimentari spesso all’origine della caduta, del diradamento, o dell’assottigliamento del capello, garantendo risultati anche sul lungo periodo.

Naturalmente, ognuno di noi ha esigenze particolari, legate generalmente alla causa contingente o cronica del problema. E allora, come scegliere i rimedi più adatti ed efficaci? È proprio a questo punto che diventa indispensabile il consiglio dell’esperto, che, attraverso un’analisi visiva e qualitativa del capello, sia in grado di suggerire un piano terapeutico fatto su misura per noi e indicarci quali risultati possiamo attenderci.